Attestazione Soa .org

 

Tutto ciò che ti serve per ottenere l'Attestazione Soa
per partecipare alle  gare d'appalto di  Lavori Pubblici

 
   
Direttore di Redazione Alessandro Boso
 

Ti serve aiuto?

Compila il presente modulo e riceverai un consulenza GRATUITA sull'Attestazione SOA

           
 

il personale esperto anche di società partner vi contatterà per fornivi i chiarimenti richiesti

 

Guida al Sistema di Qualificazione negli appalti di Lavori Pubblici

 

 

aggiornata al “Nuovo Regolamento Appalti" (Dpr 207/2010) in vigore dal 8/6/2011

 


Il certificato di Attestazione SOA, ai sensi del
"Nuovo Regolamento Appalti" (Dpr 207/2010), abilità le imprese italiane e estere a partecipare alle gare d'appalto di Lavori Pubblici di importo superiore a 150.000 Euro.

Per ottenere l'Attestazione SOA (anche detta "Qualificazione"), valvole 5 anni, o per superare la revisione triennale, si devono possedere i Requisiti Speciali (art.79) e di Direzione tecnica (art.87) di seguito elencati.

In questa guida non trovano quindi trattazione i Requisiti Generali (art.78) previsti dal citato Regolamento, quali: iscrizione alla CCIAA, assenza di fallimento o concordato preventivo, assenza di condanne che incidono sulla moralità professionale, ecc.): 

 
 
CLASSIFICHE
DI CERTIFICAZIONE DA OTTENERE NELLE SINGOLE CATEGORIE
La qualificazione in una o più delle categorie di opere elencate nel Regolamento (all.A) abilita l’impresa a partecipare alle gare e ad eseguire i lavori nei limiti della propria classifica incrementata di un quinto (art.61 co.2).  Rispetto alle classifiche previste nel vecchio Regolamento Dpr 34/2000 (che cesserà di avere efficacia dal 9/6/2011), l’art.61 del "Nuovo Regolamento Appalti" ha introdotto degli arrotondamenti agli importi e due nuove classifiche III-bis e IV- bis:

I

fino a 258.000

II

fino a 516.000

III

fino a 1.033.000

III-bis

fino a 1.500.000

IV

fino a 2.582.000

IV-bis

fino a 3.500.000

V

fino a 5.165.000

VI

fino a 10.329.000

VII

fino a 15.494.000

VIII

oltre 15.493.709

 
 
REQUISITI SPECIALI
PER L’OTTENIMENTO DEL CERTIFICATO SOA:

A.1.  Valore del patrimonio netto (lettera A del passivo dello stato patrimoniale) di valore positivo riferito all’ultimo bilancio approvato (requisito richiesto esclusivamente alle società di capitali).

A.2.  Aver maturato un volume di affari (fatturato per lavori) complessivamente nell’ultimo quinquennio non inferiore al 100% del valore complessivo delle classifiche relative alle categorie richieste;

A.3.  Aver eseguito lavori nell'ultimo quinquennio nelle categorie richieste per un importo complessivo non inferiore al 90% dell'importo della classifica di ciascuna categoria richiesta;

A.4.  Aver eseguito nell'ultimo quinquennio:

·    un singolo lavoro d'importo non inferiore al 40% dell'importo della classifica di ciascuna categoria richiesta (art. 79 co.5 lett.c).

oppure

·    due lavori d'importo complessivo non inferiore al 55% dell'importo della classifica di ciascuna categoria richiesta (art. 79 co.5 lett.c).

oppure

·    tre lavori d'importo complessivo non inferiore al 65% dell'importo della classifica di ciascuna categoria richiesta (art. 79 co.5 lett.c).

A.5.  Avere sostenuto nell'ultimo quinquennio un costo per personale dipendente assunto a tempo indeterminato non inferiore a:

·    15% della cifra di affari richiesta di cui almeno il 40% per personale operaio (art. 79 co.10).

oppure

·    10% della cifra di affari richiesta  di cui almeno l’ 80% per personale tecnico e amministrativo (art. 79 co.10).

A.6.  Avere sostenuto complessivamente nell'ultimo quinquennio un costo per attrezzatura relativo ad ammortamenti, canoni di locazione finanziaria e canoni di noleggio (solo noli a freddo) non inferiore al 2% della cifra di affari richiesta,  di cui:

·    almeno il 40% costituito dagli ammortamenti e dai canoni di locazione finanziaria (art. 79 co.8).

A.7.  Per le classifiche superiori alla IV (€ 2.582.000) il Direttore Tecnico deve essere in possesso diploma di geometra o laurea in ingegneria o architettura mentre per quelle pari o inferiori vale anche il diploma di perito industriale edile o 5 anni di esperienza come direttore di cantiere. Per i lavori sui beni sottoposti a tutela della Sovrintendenza ai Beni Culturali e Ambientali (categorie OG2, OS2 e OS25) serve la laurea in architettura o in conservazione di beni culturali, in alternativa, ma solo fino alla classifica IV, è sufficiente l’esperienza come direttore di cantiere per almeno 5 anni in lavori relativi alle suddette categorie. In alternativa a predetti requisiti, tutti i soggetti che svolgevano la funzione di direttore tecnico presso imprese iscritte all’ANC alla data del 31/12/2000 possono conservare tale incarico continuando a operare presso la stessa impresa (art. 87 del Dpr 207/2010);

A.8.  Certificazione ISO 9000 per classifiche superiori o uguali alla III (€ 1.033.000);

A.9.  Idonee referenze bancarie;

A.10. Per qualificarsi negli appalti CONCORSO (cioè dove oltre alla realizzazione è richiesta anche la progettazione dell’opera) e negli appalti in CONCESSIONE, presenza di STAFF TECNICO composto da un minimo di n.2 dipendenti fino alla classifica III-bis, n.4 fino alla V e n.6 per le successive,  per metà laureati (art.79 co.7). Si intende per STAFF TECNICO, il personale dipendente diplomato o laureato in qualunque disciplina e impiegato come dipendente in qualsiasi mansione all’interno della struttura aziendale.

     
 
CATEGORIE CON SPECIALE REGIME DI QUALIFICAZIONE
(art.79 co.16 del "Nuovo Regolamento Appalti")

OG11: per conseguire l’attestazione in OG11 è necessario possedere i seguenti ulteriori requisiti nelle categorie impianti:

  PER OPERATORI ECONOMICI   PER STAZIONI APPALTANTI

Categoria

Requisiti per ciascuna categoria

 

NB Incidenza minima delle specializzate
per poter indicare la OG11 nel bando

OS3

40%

 

10%

OS28

70%

 

25%

OS30

70%

 

25%

OS12 A (barriere stradali di sicurezza): per il collaudo serve dichiarazione del produttore sulla corretta installazione dei beni

OS 13, OS 18-A, OS 18-B e OS 32 l’impresa deve disporre di un adeguato stabilimento industriale

OS se i CCNL prevedono la presenza di operai con patentino certificato, si deve possederne in numero pari alla classifica

 
 
REQUISITI RICHIESTI PER LA  REVISIONE TRIENNALE DI MANTENIMENTO DEL CERTIFICATO SOA:

Quelli indicati ai punti: A.1, A.5 (con tolleranza del 25%), A.6 (con tolleranza del 25%), A.7, A.8, A.9, A.10

 
 
PERIODO DI RIFERIMENTO
:

·        Per i lavori eseguiti si considera l'ultimo quinquennio antecedente dalla data di firma del contratto con la SOA;

·                 Per la cifra di affari, il costo del personale e il valore dell’attrezzatura si considera l'ultimo quinquennio documentabile cioè gli ultimi 5 anni per i quali sono state depositate le dichiarazioni dei redditi,, iva e unico (per le ditte individuali e società di persone: snc, sas) oppure sono stati approvati i bilanci (per le cooperative, consorzi, società di capitali: srl, spa, srlu, scarl ecc.);

·         Per la verifica triennale il quinquennio della cifra d’affari è quello valutato in sede di attestazione, mentre il quinquennio del costo del personale e dell’attrezzatura è quello precedente la data di scadenza triennale.

·                   Transitoriamente fino al 2010, ai sensi dell’art.253 co.9-bis del D.Lgs.163/06, il requisito dei lavori (somma e punte) può riferirsi all’ultimo decennio; quelli della cifra d’affari, costo del personale e valore dell’attrezzatura ai migliori cinquenni dell’ultimo decennio.

 
 
DOCUMENTAZIONE
:

·          la cifra di affari si documenta con le dichiarazioni dei redditi, iva o unico (solitamente si presentano dal 1 maggio al 30 luglio e sono relative all'anno precedente) oppure con i bilanci cee (solitamente si presentano entro il 31  aprile e si approvano entro 30 giorni e sono relativi all'anno precedente);

·          i lavori eseguiti e i lavori diretti dal direttore tecnico si documentano con i certificati attestanti i lavori eseguiti che vengono acquisiti dalla SOA presso l’Osservatorio a cui vengono inviati dalle S.A. (art.40 co.3 lett.b del D.Lgs. 163/06);

·          il costo del personale si documenta con i modelli 770, libro matricola, modelli attestanti i versamenti effettuati all’ inps, all’Inail e alle casse edili in ordine alle retribuzioni corrisposte ai dipendenti e ai contributi;

·          il valore dell’attrezzatura si documenta con il libro dei beni ammortizzabili, con i contratti e le fatture relative ai canoni di locazione finanziaria e ai canoni di noleggio corrisposti;

·          per quanto riguarda il direttore tecnico, il requisito del titolo di studio si documenta con la copia del diploma; il requisito dei 5 anni di esperienza professionale come direttore di cantiere si documenta con i certificati attestanti l’esecuzione dei lavori in cui, sotto la voce ‘responsabile per la condotta dei lavori, compare il nome del direttore tecnico; il requisito della funzione di direttore tecnico svolta già da prima del 31/12/2001 si documenta con la copia del certificato di iscrizione all’Albo Nazionale Costruttori.

 
 
TERMINI
:
La SOA deve svolgere l’intera pratica di attestazione entro novanta giorni dalla firma del contratto (incrementati al massimo di altri 90 gg per chiarimenti o integrazioni). La durata dell’attestazione è di CINQUE anni. Il rinnovo dell’attestazione deve essere richiesto entro novanta giorni dalla scadenza del certificato. La verifica triennale va richiesta 90 gg prima della scadenza del triennio e la SOA ha 45 giorni per compiere la verifica (incrementati al massimo di altri 45 gg per chiarimenti o integrazioni).

 
 
COSTI
:
Il costo del certificato dipende dal numero e dal valore delle categorie da certificare (fino a classifica II -20%; consorzi -50%
ai sensi dell'art.70 co.4 del "Nuovo Regolamento Appalti").

·         Il tariffario minimo si calcola in base alla formula: P = [C/12.500 + (2 x N + 8) x 413,16] x 1,0413 x R

(dove: C = Valore complessivo delle categorie richieste; N = Numero delle categorie generali o specializzate per le quali si chiede la qualificazione; R= coefficiente ISTAT dal 2005 con base 2001 [coeff. 2011 = 1.193]).

·         Il prezzo massimo è pari al doppio del minimo calcolato secondo la precedente formula. É vietato ogni patto contrario, pertanto l’ Organismo di Attestazione dovrà prevedere un prezzo compreso tra il minimo e il massimo che si ricavano dall’applicazione della summenzionata formula.

·          Revisione triennale prezzo in euro: P (tariffario minimo) x 3/5

·          Aggiunta di una categoria prezzo in euro: P nuova attestazione – P vecchia attestazione

·          Incremento classifica prezzo in euro: (C/12.500 + 4131,6)  x 1,0413 x R x 1/3

(dove: C = differenza valore nuova classifica e vecchia classifica; R= coefficiente ISTAT dal 2005 con base 2001).

-       esempio: per la certificazione in 1 categoria da euro 258.000 (classifica minima) la SOA potrà applicare un prezzo compreso tra l’importo minimo di € 5.079 e l’importo massimo di € 10.157.

-       esempio: per la certificazione in 2 categorie da euro 258.000 (classifica minima), la SOA potrà applicare un prezzo compreso tra l’importo minimo di € 6.115 e l’importo massimo di € 12.229.

-       esempio: per la revisione triennale di una certificazione ottenuta in 1 categoria da euro 258.000 (classifica minima), la SOA potrà applicare un prezzo compreso tra l’importo minimo di € 3.047 e l’importo massimo di € 6.094.

-      esempio: per l’aggiunta di una categoria da euro 258.000 (classifica minima), la SOA potrà applicare un prezzo compreso tra l’importo minimo di € 1.036 e l’importo massimo di € 2.072.

-       esempio: per l’incremento di una classifica da Prima (euro 258.000) a Seconda (euro 516.000), la SOA potrà applicare un prezzo compreso tra l’importo minimo di € 1.693 e l’importo massimo di € 3.386.

 
 
NOTE
:

·   Per lavori eseguiti si intendono sia lavori pubblici, che privati, che per conto proprio

· Per dimostrare i requisiti previsti ai punti A.3) e A.4), la ditta può utilizzare anche l'importo dei lavori diretti da un Direttore Tecnico nell'arco degli ultimi 20 anni (art.79 co.14) e quindi non nel solo ultimo quinquennio. Il D.T. deve aver svolto tale funzione per almeno 5 anni di cui almeno 3 consecutivi presso la stessa impresa iscritta all’Albo Nazionale Costruttori o in possesso dell’Attestazione di una SOA. L'importo dei lavori diretti viene abbattuto ad un decimo, fino a un massimo di € 2.500.000 e può essere utilizzato solo per attestarsi fino alla Classifica III (€ 1.033.000). I lavori diretti si dimostrano con i Certificati attestanti l'esecuzione lavori e valgono ovviamente per la categoria a cui si riferiscono.

·  Le ditte neo-costituite, possono assumere un direttore tecnico del tipo di cui sopra oppure, in alternativa, possono acquistare o prendere in affitto il ramo di azienda relativo alle opere pubbliche o private di una ditta che possiede già i requisiti di cui al punto A.1), A.2), A.3) e A.4). La ditta acquirente potrà così sommare ai propri anche i requisiti della ditta acquisita (serve una perizia giurata rilasciata da soggetto nominato dal tribunale – art.76 co.10 del DPR 207/2010).

·  Infragruppo (controllo ai sensi dell’art.2359 cc) è ammesso ricorrere all’avvalimento per l’ottenimento dell’Attestazione SOA secondo le disposizioni dettate dall’art.50 del D.Lgs.163/06 e dall’art.88 del Dpr 207/2010 "Nuovo Regolamento Appalti".

·  I lavori affidati in subappalto possono essere utilizzati per la propria qualificazione nelle scorporabili per una percentuale del 40% o 30% rispettivamente per le categorie a qualificazione obbligatoria o non obbligatoria. Tali percentuali possono essere usate per la qualificazione nelle scorporabili solo entro il limite del 10% (art.85)

 

Qualche consiglio?

 

 

Servizi consigliati di interesse per gli appalti pubblici