Attestazione Soa .org

 

Tutto ciò che ti serve per ottenere l'Attestazione Soa
per partecipare alle  gare d'appalto di  Lavori Pubblici

 
   
Direttore di Redazione Alessandro Boso
 

Ti serve aiuto?

Compila il presente modulo e riceverai un consulenza GRATUITA sull'Attestazione SOA

           
 

il personale esperto anche di società partner vi contatterà per fornivi i chiarimenti richiesti

 

Riepilogo dei Requisiti Speciali

 

 

(Nuovo Regolamento Appalti)

 

Livello di importo

Volume d’affari

Lavori nella categoria

Lavori di punta

Valore attrezzatura

Costo personale

100%

90%

40%

55%

65%

2%

15%

10%

500.000.000

500.000.000

450.000.000

200.000.000

275.000.000

325.000.000

10.000.000

75.000.000

50.000.000

1.000.000.000

1.000.000.000

900.000.000

400.000.000

550.000.000

650.000.000

20.000.000

150.000.000

100.000.000

2.000.000.000

2.000.000.000

1.800.000.000

800.000.000

1.100.000.000

1.300.000.000

40.000.000

300.000.000

200.000.000

5.000.000.000

5.000.000.000

4.500.000.000

2.000.000.000

2.750.000.000

3.250.000.000

100.000.000

750.000.000

500.000.000

10.000.000.000

10.000.000.000

9.000.000.000

4.000.000.000

5.500.000.000

6.500.000.000

200.000.000

1.500.000.000

1.000.000.000

20.000.000.000

20.000.000.000

18.000.000.000

8.000.000.000

11.000.000.000

13.000.000.000

400.000.000

3.000.000.000

2.000.000.000

30.000.000.000

30.000.000.000

27.000.000.000

12.000.000.000

16.500.000.000

19.500.000.000

600.000.000

4.500.000.000

3.000.000.000

Illimitata

40.000.000.000

36.000.000.000

16.000.000.000

21.000.000.000

26.000.000.000

800.000.000

6.000.000.000

4.000.000.000

Esempio – il calcolo dei requisiti
L’impresa che intende attestarsi nelle seguenti categorie
OG1 (edilizia) per 1 miliardo
OG3 (strade) per 500 milioni
Dovrà possedere
cifra di affari di 1000+500 = 1500 milioni
costi per attrezzature ed oneri di personale calcolati su tale importo complessivo
1500 * 2% = 30 milioni per attrezzature
1500 * 15% = 225 milioni di costi del personale
lavori analoghi calcolati sulle singole categorie, ad esempio importi complessivi di
1000 (categoria OG1) * 90% = 900 milioni di lavori edili
500 (categoria OG3) * 90% = 450 milioni di lavori stradali

 

Qualche consiglio?

 

 

Servizi consigliati di interesse per gli appalti pubblici

 

 

   
 

Cifra d’affari in lavori

 

 

(Fonte Artigiansoa)

 

E’ il valore delle attività produttive che l’impresa ha svolto in lavori di costruzione e che ha realizzato in via diretta e/o in via indiretta.
L’attività diretta è quella svolta dall’impresa attraverso l’impiego dei propri fattori di produzione e comporta la diretta imputazione dei risultati economici (costi/ricavi) e dei conseguenti adempimenti fiscali (fatture attive/passive).
L’attività indiretta è quella derivante dalla partecipazione dell’impresa a consorzi, GEIE, società tra imprese riunite. Condizione ulteriore è che questi organismi abbiano fatturato direttamente alla Stazione Appaltante e non abbiano ricevuto fatture per lavori eseguiti da parte di soggetti consorziati. Questo comporta l’imputazione dei risultati economici inerenti all’esecuzione dei lavori all’impresa che fa parte dei citati soggetti collettivi “in proporzione alle quote di partecipazione”.

Capitale netto positivo
Il capitale netto (patrimonio netto) è il totale della voce A) del passivo dello stato patrimoniale di cui all’art. 2424 del c.c.. Rappresenta i mezzi propri della società (attività meno passività).
Per i soggetti tenuti alla redazione del bilancio la voce capitale netto (meglio patrimonio netto), riferito all’ultimo bilancio approvato, deve avere valore positivo.
[1] vedi “Qualificazione nella categoria OS2”
 
   
 
 

Adeguato organico medio annuo

 

 

(Fonte Artigiansoa)

 
        
L’adeguato organico medio annuo è il costo complessivo sostenuto per il personale dipendente (salari e stipendi + oneri sociali + accantonamenti a fondi di quiescenza/TFR)  riferito all’ultimo quinquennio.
L’adeguato organico medio annuo si realizza attraverso la dimostrazione dei seguenti requisiti:
1. costo complessivo per il personale dipendente non inferiore al 15% della cifra d’affari in lavori effettivamente realizzata; almeno il 40% del costo deve essere relativo a personale operaio (ossia il 6% della cifra d’affari in lavori);
in alternativa
2. costo complessivo per il personale dipendente assunto a tempo indeterminato non inferiore al 10% della cifra d’affari in lavori; almeno l’80% del costo deve essere relativo a personale tecnico e amministrativo laureato o diplomato (ossia l’8% della cifra d’affari in lavori).

Esempio 1:
La cifra d’affari in lavori, nel quinquennio, ammonta a € 1.000.000;
Il costo del personale dipendente deve essere pari al 15%, cioè pari a € 150.000.
Di questi 150.000 almeno 60.000 devono essere costituiti da costo per personale operaio.
 
Esempio 2:
La cifra d’affari in lavori, nel quinquennio, ammonta a € 1.000.000;
Il costo del personale dipendente assunto a tempo indeterminato deve essere pari al 10%, cioè pari a € 100.000. Di questi 100.000 almeno 80.000 devono essere costituiti da costo per personale amministrativo o tecnico laureato o diplomato.
 
   
 

Adeguata dotazione di attrezzature tecniche

 

 

(Fonte Artigiansoa)

 

Società di capitali, società cooperative, consorzi tra cooperative, consorzi tra imprese artigiane, consorzi stabili.
Si dimostra attraverso la:
• presentazione della copia dei bilanci degli ultimi cinque anni antecedenti la data di stipula del contratto con la SOA, riclassificati in base alle normative europee (ai sensi dell’articolo 2425 c.c.), corredati di nota di deposito;
• libri cespiti ammortizzabili o altra similare documentazione nel caso in cui la nota integrativa non sia esplicativa (necessario per il calcolo dell'ammortamento figurativo).
Gli ammortamenti delle attrezzature, mezzi d’opera o equipaggiamento tecnico si desumono dal rigo B10, punto b) del conto economico per la parte relativa ai beni materiali ed eventualmente dal rigo B10, punto a) per la parte di beni immateriali attinenti l’attività di lavori, e dal prospetto riportato nella nota integrativa.
I canoni di locazione finanziaria e i canoni di noleggio a freddo si determinano dal rigo B8 del conto economico e dal prospetto riportato nella nota integrativa. In questo caso occorre verificare l’attinenza dei beni alla specifica attività svolta e gli importi attraverso l’esame dei contratti e/o delle fatture.
Si ritiene opportuno predisporre un documento che indichi i dati inerenti le “attrezzature, mezzi d’opera ed equipaggiamento tecnico” riferiti esclusivamente al complesso dei beni che sono tipicamente caratterizzati dall’essere destinati all’attività di realizzazione dei lavori.

Ammortamento figurativo
E’ calcolato con l’applicazione del metodo a quote costanti consentendo, in tal modo, di proseguire il piano di ammortamento precedente, per un periodo pari alla metà della sua durata.

Esempio (periodo di riferimento 1997/2001):
Acquisto pala meccanica nell’anno 1993 per un costo storico di 100.000.000 di lire. L’ammortamento ordinario prevede un’aliquota del 20% annua. L’ammortamento è calcolato con il metodo seguente:
Anno Aliquota Valore dell’ammortamento
1993 10% 10.000.000
1994 20% 20.000.00
1995 20% 20.000.000
1996 20% 20.000.000
1997 20% 20.000.000
1998 10% 10.000.000
Se si ha la continuità con il periodo di ammortamento reale e la proiezione in avanti dell'ammortamento figurativo ricade nel quinquennio di riferimento, quest’ultimo va a sommarsi all’ammortamento ordinario e concorre alla verifica del requisito nel modo seguente:
AL(%)=1/6=16,67% PF = 6/2 = 3
Dove AL(%) è l’aliquota media del piano di ammortamento terminato e PF è periodo di proseguimento dell'ammortamento figurativo
Gli anni che possono essere considerati sono 1999-2000-2001 e l’aliquota media è del 16.67%. Poiché il periodo di nostro interesse è il quinquennio 1997-2001, si potranno considerare gli anni 1999/2000/2001 per l’ammortamento figurativo e gli anni 1997-1998 per l’ammortamento ordinario. In valore assoluto avremo quindi un valore dell’ammortamento pari a 80.000.001 di lire (20.000.000 + 10.000.000 + 16.666.667 + 16.666.667 + 16.666.667).
 
   
 

Art. 60 Ambito di applicazione delle disposizioni in materia di qualificazione degli esecutori di lavori

 

 

(Fonte SoaRina)

 
Allo scadere del triennio iniziale, l’impresa deve sottoporsi ad una verifica di mantenimento limitata ad alcuni di detti requisiti.
In particolare dovranno essere riverificati i seguenti requisiti con le medesime modalità adottate per la qualificazione iniziale:
- Requisiti generali secondo .
- Idonea direzione tecnica secondo.
- idonee referenze bancarie per tutte le imprese e capitale netto positivo, riferito all’ultimo bilancio approvato, limitatamente ai soggetti tenuti alla redazione del bilancio (con esclusione quindi di imprese individuali, s.n.c. ed s.a.s.) secondo quanto visto al capitolo 4, lett.a).
- Staff tecnico per le imprese qualificate per prestazioni di progettazione ed esecuzione (appalto integrato).
- Requisito relativo al sistema qualità secondo.
Inoltre l'impresa dovrà dimostrare relativamente al quinquennio antecedente la data di scadenza del termine triennale:
- adeguata dotazione di attrezzatura tecnica;
- adeguato organico medio annuo;
Gli importi di attrezzatura e organico così rilevati dovranno essere rapportati alla cifra d'affari in lavori accertata in sede di attestazione iniziale, anche rideterminata.
l requisito sarà verificato qualora in virtù del suddetto rapporto la cifra d'affari non risulterà diminuita in misura superiore al 25% dell'importo accertato in sede di attestazione iniziale.

Come qualificarsi
Qualora l’impresa non soddisfi i requisiti la cifra di affari dovrà essere ridotta nella misura dello scostamento rispetto alla percentuale di tolleranza del 25%.
Ove tale operazione riduca la cifra di affari al di sotto dell’importo globale di qualificazione, l’impresa dovrà indicare quali qualificazioni tagliare.

Esempio – la verifica triennale
Impresa attestata con i seguenti requisiti:
OG1 (edilizia) per 1 miliardo
OG3 (strade) per 500 milioni
cifra di affari di 1500 milioni
Verifica triennale
IPOTESI 1
Costi per attrezzature per 35 milioni => 1500*2% =30 => il requisito del 2% è soddisfatto=> l’impresa mantiene la cifra di affari e la qualificazione nelle stesse categorie e classifiche.
IPOTESI 2
Costi per attrezzature per 25 milioni =>1500*2%*75% = 22,5 => siamo al di sotto del 2% ma rientriamo nel 25%di tolleranza =>
l’impresa mantiene la cifra di affari e la qualificazione nelle stesse categorie e classifiche.
IPOTESI 3
Costi per attrezzature per 18 milioni => 18/30=40% => siamo al disotto anche del 25 per cento di tolleranza la cifra di affari deve essere ridotta in misura corrispondente => 40%-25%=15% di riduzione =>1500*15%=225 e pertanto nuova cifra di affari di 1500-225=1275 => L’impresa deve scegliere come ridurre la propria qualificazione.
 
   
 

Quanto costa l'Attestazione SOA

 

 

(Fonte SoaRina)

 
I corrispettivi per le attività di qualificazione delle imprese sono contenuti direttamente nella legge, che prevede un minimo inderogabile,elevabile dalla SOA , sino al doppio.
L’applicazione di una tariffa inferiore a detto minimo è contraria alla legge e costituisce clausola contrattuale nulla.
Il corrispettivo in Euro per l’attestazione iniziale è dato dalla seguente formula :
P = C/12.500 + (2 N + 8) 413,16 1,0413 R
dove:
C = Importo complessivo in Euro delle qualificazioni richieste nelle varie categorie
N = Numero delle categorie generali o specializzate per le quali si chiede la qualificazione.
R = coefficiente ISTAT da applicare con cadenza annuale a partire dal 2005 con base la media dell’anno 2001.
La SOA può elevare detto corrispettivo sino al doppio.
La formula, nel caso di applicazione della tariffa minima, può essere più agilmente espressa in lire nei seguenti termini:
(L 6.400.000 (€ 3.305,00) costi fissi + L 1.600.000 (€ 826,33) per ogni categoria + L 80.000 (€ 41,32 ) per ogni miliardo ottenuto)* 1,0413 (a partire dal 1° gennaio 2005 dovrà inoltre essere applicato l’ulteriore fattore dato dall’indice ISTAT).

Esempio – Il calcolo del corrispettivo minimo di attestazione iniziale
Nel caso l’impresa intenda acquisire l’attestazione in due categorie per 2 miliardi complessivi
6.400.000 (costi fissi) + 3.200.000 (due categorie) + 160.000 (due miliardi di qualificazione) = 9.780.000:1936,27= € 5.050,95
L. 9.780.000 * 1,0413 = L. 10.183.914 : 1936,27 = €. 5.259,55


Anche la verifica triennale prevede l’applicazione di una tariffa che è data dalla seguente formula:
P = CB*3/5
Dove
CB = Corrispettivo base applicato per l’attestazione in corso di validità comprensivo delle variazioni intervenute.